Alcuni miei scatti

ESCURSIONE DA TORBOLE A NAGO

L'escursione collega Torbole, passando per le Marmitte dei Giganti (spettacolare fenomeno geologico), al Castagneto di Nago, dove crescono alberi imponenti, passando per la falesia del Belvedere.

L'itinerario mostra alcune peculiarità del territorio gardesano, tutte con vista lago. 
 
Saliti a Nago il percorso si sviluppa lungo quella che era la seconda linea prima linea fortificata austroungarica, del monte Corno di Nago, lo Stützpunkt Perlone e la Busa dei Capitani; si incontrano osservatori, postazioni in caverna per artiglierie e ricoveri, il tutto collegato da trincee e camminamenti.
Tutte queste aree sono state recentemente recuperate e rese visitabili.
 
NOTE: difficoltà E; 7 km circa; 480 m di disliv. in salita e 280 in discesa; 3/4 ore
 

Per info e prenotazioni:  Massimo Bassoli (guida ambientale escursionistico e allenatore) 3387213502 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -

https://www.massimobassoli.com/index.php/it/

https://www.facebook.com/bassolimassimo

Contributo di partecipazione, 10,00 Euro

IMMAGINI

SCALA DELLE DIFFICOLTA' ESCURSIONISTICHE

T - Turistico: Itinerari su strada, mulattiera o sentiero evidente e ben marcato; dislivello non superiore ai 1000 metri; elementare equipaggiamento da gita.

E - Escursionistico: Itinerari più lunghi e non sempre su sentieri evidenti, possono comprendere tratti senza tracce o zone rocciose più ripide con passaggi in genere non molto esposti, a volte anche attrezzati; equipaggiamento adeguato, da montagna.

EE - per Escursionisti Esperti: Itinerari che possono richiedere anche facile arrampicata su roccia, con problemi d’esposizione, passaggi su nevai ed in generale l’attraversamento di zone impervie; equipaggiamento adeguato anche alla sicurezza individuale.

EEA- per Escursionisti Esperti con Attrezzatura: Itinerari su vie ferrate o percorsi alpinistici attrezzati, dove la frequenza delle attrezzature, l’impegno fisico richiesto e la notevole esposizione rendono necessario l’uso di attrezzature per l’autoassicurazione e l’eventuale assicurazione reciproca.

ESCURSIONE DAL CASTELLO DI SPEZZANO ALLE SALSE DI NIRANO

Escursione adatta a tutti; è un percorso ad anello di 10 km circa; arriveremo alle famose Salse di Nirano.

Le Salse sono emissioni di fango freddo, prodotte dalla risalita di acqua di origine marina, frammista ad idrocarburi, principalmente gassosi (metano) e, in piccola parte, liquidi (petrolio), che, venendo in superficie, attraverso faglie e fratture del terreno, stemperano le argille del terreno dando luogo alle tipiche formazioni a cono o a polla.

Il fenomeno era noto sin dall'antichità, come dimostrano diversi ritrovamenti archeologici in zona, e studiato da celebri scienziati del passato, con osservazioni anche molto fantasiose sui cosiddetti 'vulcani di fango'.

Il nome “Salsa” deriva dall’alto contenuto di sale delle acque fangose, ricordo di quel mare che fino a 1 milione di anni fa occupava l’attuale Pianura Padana.

Per info e prenotazioni:  Massimo Bassoli (guida ambientale escursionistico e allenatore) 3387213502 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 

https://www.massimobassoli.com/index.php/it/

https://www.facebook.com/bassolimassimo

Contributo di partecipazione, 10,00 Euro

NOTIZIE

IMMAGINI

SCALA DELLE DIFFICOLTA' ESCURSIONISTICHE

T - Turistico: Itinerari su strada, mulattiera o sentiero evidente e ben marcato; dislivello non superiore ai 1000 metri; elementare equipaggiamento da gita.

E - Escursionistico: Itinerari più lunghi e non sempre su sentieri evidenti, possono comprendere tratti senza tracce o zone rocciose più ripide con passaggi in genere non molto esposti, a volte anche attrezzati; equipaggiamento adeguato, da montagna.

EE - per Escursionisti Esperti: Itinerari che possono richiedere anche facile arrampicata su roccia, con problemi d’esposizione, passaggi su nevai ed in generale l’attraversamento di zone impervie; equipaggiamento adeguato anche alla sicurezza individuale.

EEA- per Escursionisti Esperti con Attrezzatura: Itinerari su vie ferrate o percorsi alpinistici attrezzati, dove la frequenza delle attrezzature, l’impegno fisico richiesto e la notevole esposizione rendono necessario l’uso di attrezzature per l’autoassicurazione e l’eventuale assicurazione reciproca.

Dolomiti Vicentine - Valpolicella

Escursione In Val Sorda, risalita del Vaio delle Scalucce

Bellissima ed emozionante escursione nella Val Sorda (la valle dei Molini).

Dalla località “Molin de Cao”, in un ambiente di rara bellezza sia per la vegetazione, sia per il caratteristico ambiente rupestre con forre e grotte, pareti a picco e cascate, percorreremo la Val Sorda attraverso un sentiero che con ponticelli risale il vaio del Rio Mondrago fino al termine della valle vicino a Mondrago; continueremo per Cerna e poi Spiazzo di S.Anna, per poi tornare al punto di partenza scendendo per il vaio delle scalucce nella valle dei Progni

9 km circa - 500 mt di dislivello in salita e altrettanti in discesa. - 4 ore circa + le soste. Difficoltà: E

http://www.comunemaranovalpolicella.vr.it/marano-territorio/il-paesaggio/val-sorda/

Per info e prenotazioni:  Massimo Bassoli (guida ambientale escursionistico e allenatore) 3387213502 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 

https://www.massimobassoli.com/index.php/it/

https://www.facebook.com/bassolimassimo

Contributo di partecipazione, 10,00 Euro

IMMAGINI

 

TORBOLE SUL GARDA

 ESCURSIONE SUL SENTIERO DELLE BUSATTE…un classico del Garda

Questo godibilissimo e semplice percorso, che si svolge sulla sponda nord-orientale del Lago di Garda, offre scorci panoramici fantastici; si snoda su un ripido costone a picco sul lago, attraverso una fitta vegetazione tipicamente mediterranea. 

Per superare i punti più ripidi del costone sono state costruite diverse scalinate in ferro, per un totale di oltre 400 scalini!

Adatto a tutti, anche per famiglie.

NOTE: Andata e ritorno: Km 12 - disliv. 410+; 410-; - 4H - diff. T - Quota: da 150 a 385 m

Per info e prenotazioni:  Massimo Bassoli (guida ambientale escursionistico e allenatore) 3387213502 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 

https://www.massimobassoli.com/index.php/it/

https://www.facebook.com/bassolimassimo

Contributo di partecipazione, 10,00 Euro

IMMAGINI

SCALA DELLE DIFFICOLTA' ESCURSIONISTICHE

T - Turistico: Itinerari su strada, mulattiera o sentiero evidente e ben marcato; dislivello non superiore ai 1000 metri; elementare equipaggiamento da gita.

E - Escursionistico: Itinerari più lunghi e non sempre su sentieri evidenti, possono comprendere tratti senza tracce o zone rocciose più ripide con passaggi in genere non molto esposti, a volte anche attrezzati; equipaggiamento adeguato, da montagna.

EE - per Escursionisti Esperti: Itinerari che possono richiedere anche facile arrampicata su roccia, con problemi d’esposizione, passaggi su nevai ed in generale l’attraversamento di zone impervie; equipaggiamento adeguato anche alla sicurezza individuale.

EEA- per Escursionisti Esperti con Attrezzatura: Itinerari su vie ferrate o percorsi alpinistici attrezzati, dove la frequenza delle attrezzature, l’impegno fisico richiesto e la notevole esposizione rendono necessario l’uso di attrezzature per l’autoassicurazione e l’eventuale assicurazione reciproca.

 

 

Il TREK:  DAGLI APPENNINI AL MARE: Da Ponte Modino (Pievepelago) a Marina di Pietrasanta (Lucca)

+corso di escursionismo itinerante.

Camminare, attraverso l’Appennino e le Alpi, su itinerari densi di storia e di bellezza, arrivando fino a quello che spesso si idealizza come il diretto opposto... il mare.

La mente é rilassata! La paura ed il rischio sono sensazioni che appartengono ad altre imprese!

Il trekking é un’esperienza che materializza, più di ogni altro modo di viaggiare, il senso della libertà e dell’avventura.

Si perde la cognizione del tempo, o meglio ci si accorge del  suo scorrere per il sorgere e il tramontare del sole. 

Ci muoveremo tra le tonde forme dell’Appennino Tosco-Emiliano, le selvagge Alpi Apuane, e poi...il mare....

Un viaggio di sette giorni  fatto di panorami, borghi......profumi fatti anche di cibi tradizionali e vini straordinari!

 

Durante il  TREK, il corso di escursionismo (non obbligatorio): con lettura della carta e utilizzo della bussola e dell’altimetro, analisi dell’itinerario, come si cammina, nozioni di metereologia sul campo, analisi dei pericoli in montagna. 

La prima lezione sarà gratuita per chiunque il 9 luglio 2020: la preparazione dello zaino e dell’equipaggiamento

 Escursioni preliminari il 12 luglio e 9 agosto (facoltative) : quota di partecipazione 20,00 euro

 Quota di partecipazione per l’accompagnamento e le lezioni: 140,00 euro

 Da prevedere una Cassa Comune per spese di vitto e alloggio e eventuali spese di trasporto (anche della guida).

 Pernotti: previsti presso rifugi, agriturismi e alberghetti.

 Partecipanti: minimo 8, massimo 15; minori con almeno 14 anni e solo se accompagnati

PARTENZE: dal 19 al 23 luglio (ridotto di una tappa) - dal 17 al 23 agosto

 Prenotazioni obbligatoria con caparra di 50,00 euro, ENTRO un mese dalla partenza del trek scelto.

 

Contatti:

Massimo Bassoli 338 7213 502

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - http://www.massimobassoli.com/ - https://www.facebook.com/bassolimassimo

VIDEO DI UN TREK DEL 2012

PDF scaricabile

CORREDO TREK PDF

CORREDO TREK VIDEO

Perchè camminare con una guida? 

perchè conosce l’ambiente... perchè è in grado di percorrere i territori con sicurezza...

perchè è in grado di prendere la decisione giusta quando occorre...

perchè ti consente di concentrarti solo su di te e ciò che ti circonda...e per tanti altri motivi...

 

Vi propongo di vivere un’avventura con me e vi offro la mia esperienza e competenza.

In poche parole, il Mio concetto di avventura:

Non conoscere tutte le informazioni, solo le più importanti; 

Non programmare o prenotare proprio tutto, lasciare uno spazio al caso per collaudare la  propria capacità di organizzarsi e adattarsi;

Prepararsi bene per ogni esperienza, fisicamente, ma soprattutto psicologicamente; 

Aumentare la propria consapevolezza riguardo la fatica con l’idea che la si dovrà accettare e sopportare.

Scegliere con cura la giusta attrezzatura e l’equipaggiamento; avere con se gli strumenti per far fronte all’imprevisto o ad una probabilità.

Un imprevisto è una opportunità di crescita e riuscire a farvi fronte rafforza il carattere e la fiducia in se stessi.

Concetto di avventura

Le caratteristiche che ti consentiranno di vivere l'esperienza del trekking in modo positivo