Le 5 caratteristiche che ti consentiranno di vivere questa esperienza in modo proficuo e positivo.

 

 

  1. Accettazione della fatica e disponibilità ad affrontare qualunque difficoltà
  2. Considerare il trek come un viaggio interiore ed esteriore e pertanto distaccarsi dell’esigenza della performance.
  3. Accettazione delle regole di convivenza di gruppo; capacità di considerare che l’anello più debole è ciò che si dovrà proteggere per favorire la buona riuscita di tutta l’esperienza.
  4. Considerare un errore, un imprevisto e un cambio di programma, come parte dell’avventura e stimolo all’adattabilità e capacità di risolvere i problemi.
  5. Accordare fiducia alla guida anche quando non si comprendono fino in fondo le decisioni che prende; la sua esperienza non è trasmissibile facilmente; la sua professionalità impone a volte decisioni drastiche o apparentemente incomprensibili, ma sempre volte a garantire la sicurezza del gruppo in considerazione di molteplici e diversificati fattori. La guida ha prioritariamente la responsabilità della sicurezza del gruppo, il suo compito non è solo quello di  organizzare e condurre, ma di scegliere e decidere in base a fatti oggettivi che spesso solo lui è in grado di considerare pienamente.

Cosa ci si potrebbe aspettare al ritorno da un viaggio a piedi...in bicicletta o a cavallo:

  1. Un miglioramento delle condizioni fisiche generali
  2. Un miglioramento delle capacità di fronteggiare situazioni difficili e potenzialmente di stress.
  3. Un miglioramento delle capacità relazionali e di approfondire le relazioni.
  4. Un miglioramento delle capacità di riflettere e dello stimolo a meditare.
  5. Un miglioramento nella capacità di porsi e raggiungere obiettivi.